sabato 15 agosto 2009

Il 27° giorno: Noosa Head - Fraser Island

13 agosto 2009
Fuoristrada: Lake Mckanzie:









Tramonto su Fraser Island:










NOTE DI MANUELE: E ora finalmente serviti e riveriti!! Due giorni di tour a Frasen Island. Piccola anticipazione: quest'isola a nord di Brisbane è la più grande isola di sabbia del mondo. Lunga 128 km e larga una 40ina. Un posto un po' difficile da raggiungere se non attraverso un tour organizzato. Rimanete con noi e vi spiegheremo il perchè!
Aspettiamo il pulmino che ci deve portare in giro e invece arriva un tipo con dei dred giganti. Carica le valigie su un fuoristrada/furgone e partiamo per l'avventura. Assieme a noi, seduti dietro nel vano furgone ci sono due inglesi, una francese, tre coreani e due singaporiani. Noi ci sediamo davanti con il butel che ci farà da guida in questi due giorni.
Si parte! Prima di arrivare all'isola c'è un tratto di spiaggia da percorrere con il 4x4 sulla sabbia. Beh, spettacolare. 40 (quaranta!!) km ad evitare le onde e a sfrecciare sul bagnasciuga ai 90 all'ora. Ci siamo fermati solo un attimo per vedere delle rocce rosse, una specie di piccolo canyon. Dopo il tratto di spiaggia ecco che con il nostro fuoristrada ci fiondiamo nella foresta pluviale. Il percorso è spettacolare e i butei sono tutti simpatici. Il nostro rasta-man ci spiega un sacco di cose mentre fa i numeri per non affondare con la Jeep. Mi ha dato la stessa sensazione del viaggiare in macchina sulla neve fresca. Pausa pranzo a Rainbow Beach. Posto per surfisti eh!
Arriviamo poi al traghetto che ci porta a Frasen Island. Qui altri 40 km di spiaggia. La spiaggia di quest'isola è lunga più di 120 km... non si riesce nemmeno ad immaginarlo. Il mare è bellissimo e ci sono delle onde fantastiche. C'è solo un piccolo problema: gli squali. Qui niente bagno signori.
Ma il bello di questo posto è che nell'entroterra ci sono più di 60 laghetti in cui si può fare il bagno. Sono laghi di acqua piovana, quindi non salata, popolati da tartarughe d'acqua dolce. Ci fermiamo al Lake McKanzie, uno dei più grossi. Qui la spiaggia è bianchissime e l'acqua è assolutamente trasparente. Nonostante sia abbastanza fredda non si poteva non nuotarci dentro. Signori, questo è il paradiso!
Ripartiamo per una passeggiata nella foresta pluviale, con la nostra guida che ci spiega il perchè e il percome delle piante e degli animali.
Rientriamo prima del tramonto al resort sulla spiaggia. Il tour prevedeva o l'alloggio in camping (più economico) e quello appunto nel resort. Abbiamo scelto l'ultimo e si, ne siamo contenti. Anche perchè fuori tira un vento mica da scherzi!
Dopo una passeggiata in spiaggia (con colori bellissimi eh) e una doccia andiamo all'unico ristorante del posto. E' una specie di mensa e quindi mangiamo un po' così così a buffet (e mi è terribilmente tornata alla mente la mensa Mondadori..).
Qui la serata decisamente non offre molte possibilità anche se dai cori che arrivano dal Beach Bar sembra che i ragazzi inglesi si stiano divertendo parecchio.

CONSIDERAZIONI DI MANUELE
- Ho visto un sacco di spiagge incontaminate. E per incontaminate dico incontaminate. E nessuna col classico chioschetto delle birre o dei gelati all'italiana. Quasi quasi torno qui e apro una catena di chioschi. Mi pare indispensabile per l'economia dell'Australia.
- Nella foresta abbiamo visto diverse tane di un ragnetto che vive solo qui a Frasen Island. Questa bestiolina ha la simpatica caratteristica di avere una puntura che ti uccide in dieci minuti. Secco. Arresto cardiaco. Per fortuna sono animali notturni e a meno di passeggiare nella giungla di notte o di infilare un ditino nella tana puoi andare tranquillo.
- L'isola è popolata da branchi di Dingo e ci sono un sacco di segnalazioni di pericolo. Un segnale dice che se si trovano dei dingo bisogna mettersi spalla contro spalla con qualcun altro e chiamare aiuto. Wow. Comunque fino ad ora non ne abbiamo visti di questi bei cagnetti. Se ne troviamo uno lo portiamo a Medea che ci gioca un po' insieme.

2 commenti:

laChiari ha detto...

Uff eppure qui, contrariamente alla Nuova Zelanda, non sembra freddo! CHe peccato! Sicuramente avrei rosicato a non fare il bagnetto però poi mi toccava stare 3 giorni con il cori cori!

elena ha detto...

Immagina tipo Terlago.. :D
ele